torna al menù Recensioni
torna indietro

MANGA.IT RECENSIONI
Titolo: HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE
Casa editrice: UBI SOFT
Anno: 2001
Categoria: VIDEOGIOCHI: Game Boy Advance
Numero giocatori: 1
Versione: ITA
Genere: Gioco di ruolo
Prezzo: boh Euro

Scritta dall'Utente:

kotaromatsudaira scrivi - profilo

hogwarts sul gameboy advance!
 
invia ad un amico   salva nel mio manga.it     
Recensione
Clicca per ingrandire Credo che non esista ormai nessuna persona al mondo che non conosca il famoso Harry Potter, protagonista della fortunatissima saga di romanzi fantasy di J. K. Rowling, trasposta anche in (momentaneamente) due fantastici film.
Il romanzo che ha ispirato questo gioco per il Gameboy Advance è il primo della serie, “Harry Potter e la pietra filosofale”.
La storia in breve è questa: Harry Potter, un ragazzo orfano che vive con i dispotici zii, nel giorno del suo undicesimo compleanno, viene a sapere che i suoi genitori, da lui creduti morti in un incidente stradale, in realtà erano due maghi e che questo gli dà il privilegio di frequentare la scuola di magia chiamata Hogwarts. Scopre anche la vera ragione della morte dei suoi genitori, trucemente uccisi dal malvagio stregone Voldemort, che aveva in progetto di eliminare anche lui. Il neonato Harry si è miracolosamente salvato, riportando solo una cicatrice a forma di fulmine sulla fronte, mentre il re del male è stato costretto a separarsi dal suo corpo e a ritirarsi ad un esilio forzato in attesa di risorgere a nuova vita.
Questo è l’antefatto della grande saga di “Harry Potter”, magistralmente spiegato nelle schermate introduttive del gioco.
Noi prendiamo il possesso del nostro eroe non appena mette piede nella scuola di Hogwarts.
Cominceremo subito a conoscere alcuni personaggi fondamentali che incontreremo parecchie volte nel corso dell’avventura: Ron Weasley, l’impacciato migliore amico di Harry; Hermione Granger, la migliore amica del nostro maghetto che è anche bravissima nello studio; Draco Malfoy, la nemesi del nostro eroe, un ragazzo viziato e raccomandato con idee quasi naziste; Vincent Tiger e Gregory Goyle, i suoi enormi, stupidi e comicissimi tirapiedi… e anche il personale della scuola: Rubeus Hagrid, il colossale custode; Albus Silente, il saggio preside; Minerva McGranitt, la severa professoressa di “Trasfigurazione”; Raptor, il balbuziente professore di “Difesa contro le arti oscure”; Vitious, il professore di “Incantesimi”; Ruf, il professore di “Storia della magia”; Severus Piton, l’odioso e onnipresente insegnante di “Pozioni”; Gazza, il bidello che sta sempre in mezzo ai piedi; Pix, il poltergeist dispettoso che infesta l’istituto… e così via, fino ad incontrare tutti i personaggi dei libri.
Scopo del gioco è seguire l’anno scolastico, con tutto ciò che comporta un anno scolastico ad Hogwarts, e chi ha letto i libri o visto i film sa a che cosa mi riferisco!
In principio dovremmo attenerci a seguire le lezioni (Odiose! I professori faranno fare sempre tutto a noi!) e a socializzare con i compagni. In seguito la cosa si farà più complicata, perché verremo a conoscenza di alcuni misteri all’interno della scuola, e non sapremo resistere alla tentazione di vederci chiaro, perciò cominceremo, assistiti (Si fa per dire, perché ci serviranno solo per indicarci quello che dovremo fare e consigliarci, poi il lavoro sporco toccherà sempre a noi!) dai fidati Hermione e Ron, ad indagare… anche se questo vuol dire girovagare per le stanze proibite della scuola di notte, infrangendo il regolamento di Hogwarts!
Insomma… se avete il gusto della sfida per l’infrangere le regole, amerete questo gioco, perché di fatto è quello che farete, man mano che il mistero che circonda Hogwarts si diraderà (Anche se comunque, se conoscete la storia, non ci sarà per voi nessun mistero!).
Le nostre indagini si svolgeranno in un istituto immenso di sette piani, con un enorme giardino, quindi ne avremo di posti da esplorare! Hogwarts è piena di passaggi segreti, misteri, stanze nascoste, trappole, enigmi e creature fantastiche e pericolose. Il divertimento non mancherà, ma nemmeno i pericoli!
Niente paura, però! Il nostro efficiente corpo docenti ha ben cinque incantesimi pronti da insegnarci, per permetterci di fronteggiare i mostri e gli ostacoli che incontreremo durante la nostra avventura: Flipendo, che ci permetterà di stordire i nemici e di spostare gli oggetti a distanza; Alohomora, che ci permetterà di sbloccare le serrature; Avifors, che trasforma gli oggetti ingombranti in uccelli; Lumos, che illumina le zone buie; Wingardium Leviosa, cioè telecinesi.
Perciò, equipaggiati con queste magie, siamo pronti a tuffarci in un’avventura che non dimenticheremo facilmente!
Ma la nostra permanenza a Hogwarts non sarà solo studio e mistero, è anche competizione!
Competizione sportiva, perché Harry fa parte della squadra di Quidditch (Un particolarissimo sport che si gioca su scope volanti!) e di tanto in tanto dovrà affrontare le partite del torneo, che costituiranno un piacevole diversivo… ma c’è anche un altro simpatico tipo di competizione!
Non ve l’ ho detto prima, ma Hogwarts è divise in quattro casate: Grifondoro, quella di cui fanno parte Harry, Hermione e Ron; Serpeverde, quella di Draco, Tiger e Goyle; Tassorosso e Corvonero. Esse sono in perenne competizione tra loro, e nostro piacevole scopo secondario nel gioco sarà anche di far arrivare la nostra casata prima nella classifica di fine anno! Questo sarà possibile perché ad ogni partita di Quidditch vinta, ogni volta che ci distingueremo in una lezione, impareremo una magia, risolveremo una quest, ci verranno assegnati dei punti che si sommeranno via via a quelli complessivi di Grifondoro… ovviamente, ad ogni infrazione del regolamento scolastico ce ne verranno tolti!
Beh, che dire, al contrario del sequel “Harry Potter e la camera dei segreti”, questo è un buon gioco che sfrutta la licenza dei romanzi della Rowling: visuale isometrica, grafica graziosa, belle musiche, longevo e difficile quanto basta, ma anche appassionante!
Alcuni particolari saranno leggermente differenti rispetto alla storia narrata nel romanzo (Ad esempio Hermione che si offende da morire, arrivando addirittura a chiudersi in bagno a piangere, solo perché noi non rispetteremo una promessa che le abbiamo fatto!), ma nulla tolgono alla godibilità totale del gioco. Tra l’altro è in versione multilingue, tra cui c’è anche l’italiano, perciò lo apprezzeremo molto!
Beh, vi ho descritto tutto quello che potevo descrivervi! Dirvi di più sarebbe un sacrilegio! Se già conoscete la storia, questo gioco vi piacerà! Se non la conoscete, allora ne sarete veramente catturati! Consigliato a tutti, invece state alla larga da “La camera dei segreti” che è veramente brutto! Promettetemelo!
Voti
Grafica: 9
Audio: 9
Originalità: 10
Giocabilità: 10
Longevità: 9,5
Difficoltà: 9,5
VOTO GLOBALE: 9,5


Commento finale
Se come me siete fans del maghetto di J.K. Rowling, allora questo è il gioco perfetto per voi!
Se cercate un`avventura fantasy originale, avvincente e diversa dal solito, idem!
(L`immagine è presa dal terzo film, che sta per arrivare nei cinema!)

 
  » Segnala questa recensione se non rispetta il regolamento del sito
 


VOTO: (0 voti, 0 commenti)
 
COMMENTI:
NON CI SONO ANCORA COMMENTI, SCRIVI IL PRIMO! ^__-
 
SCRIVI IL TUO COMMENTO:

Nome utente:
Password:
Ricorda accesso
Registrati - Password dimenticata?
Commento:
Il tuo voto: