torna al men¨ Recensioni
torna indietro

MANGA.IT RECENSIONI
Titolo: STORIA DI GENJI IL PRINCIPE SPLENDENTE
Casa editrice: EINAUDI
Autore: MURASAKI SHIKIBU
Anno: 2006
Categoria: LIBRI GIAPPONE: Romanzi
Numero di pagine: 999
Formato: 18x25
Colore: B/n
Prezzo: 18 Euro

Scritta dall'Utente:

arisu-chan scrivi - profilo

il giappone dell`epoca heian raccontato nel più importante romanzo della letteratura giapponese classica
 
invia ad un amico   salva nel mio manga.it     
Recensione
Clicca per ingrandire Premetto che non sarà affatto semplice per me parlare di questo libro comunque ci provo.
Innanzi tutto è stato scritto intorno all'anno 1000 ed il suo titolo originale è Genji monogatari. Consta di ben 1031 pagine, è diviso in 4 sezioni. E' il classico giapponese per eccellenza, tanto per intenderci come potrebbe essere per noi i Promessi sposi anche se è un testo molto più antico e, forse per questo, a mio avviso molto più ricco e complesso (e il Manzoni mi scusi ma anche infinitamente più bello, piacevole ed interessante).

Il protagonista è Genji, un principe nato dalla storia d'amore dell'imperatore con la sua concubina favorita. In effetti stiamo parlando di un affetto esclusivo e devoto, che però non farà che causare grande dolore alla donna, a causa delle gelosie di molte dame di corte la più ostile delle quali è la prima moglie dell'imperatore, Kokiden, che sarà un personaggio che troveremo quasi fino alla fine del romanzo.

Dicevamo, a causa di queste gelosie, la mamma di Genji muore molto precocemente. Lui è un bambino oltremodo meraviglioso, adorato dal padre ed anche dalle persone che osteggiavano sua madre, a parte Kokiden ovviamente. Suo padre, nonostante abbia già dei figli, sarebbe ben felice di designare proprio Genji come suo successore, ma la cosa è molto mal vista a corte, in particolare dama Kokiden preme per suo figlio Suzako. Genji cresce sempre più bello e dotato in tutte le arti, la calligrafia, la musica, la pittura. Una sua peculiarità, diciamocelo, è il fatto che si innamora follemente di un sacco di donne. Alcune stupende, altre particolarmente aggraziate o dotate di talento, altre solo perchè sono irraggiungibili e lui è riuscito a sbirciarle al di là di qualche cortina o di qualche paravento.

Il libro è cosparso di tutte le storie di queste dame tra cui spiccano:
Fujitsubo, nuova moglie dell'imperatore, molto più giovane del consorte e matrigna di Genji. Viene descritta come una donna stupenda sia internamente che esteticamente e somigliante in maniera quasi inverosimile alla madre naturale di Genji. Il principe splendente, così come il protagonista viene chiamato, si innamora di lei e nell'unica notte di passione che riesce a condividere con la donna nasce Ryozen ovviamente fatto passare per il figlio dell'imperatore. Fujitsubo per tutto il libro si sentirà macchiata di una gravissima colpa e non avvicinerà più Genji, se non dopo anni e sotto le vesti di...(non lo anticipo)

Aoi, la prima moglie di Genji, figlia del ministro della Sinistra e sorella del suo migliore amico To no Chujo. E' una donna bellissima ed altera, che è a conoscenza del contegno equivoco del marito e pur essendo attratta, come tutti del resto, da lui, rimane sempre distante e fredda nei suoi confronti. Gli darà un figlio di nome Yugiri ma proprio prima di questo parto si ammala, rimane stregata, posseduta da una forza misteriosa...

Rokujo, l'amante di Genji nella prima metà del libro, virtuosa ma pazzamente gelosa, tanto che distruggerà il loro rapporto all'arrivo nel cuore del principe di Murasaki, ed entrerà a quanto pare, come per una fattura, nel corpo di Aoi. Si esilierà per stare lontana da lui con la figlia, la Dama del Villaggio dai Fiori Caduchi

Murasaki, da cui l'autrice ha preso lo pseudonimo. Tra tutta questa corte di fanciulle è sicuramente la più importante. Adottata come una figlia da Genji quando è ancora una bambina, educata da lui e portata a vivere nel suo palazzo il Nijo-in, è la nipote naturale di Fujitsubo, figlia del fratello di lei il principe Hyobukyo e somiglia alla donna tanto amata da Genji in maniera impressionante. Diviene quasi una seconda moglie anche se il fatto che non appartenga alla famiglia imperiale impedirà che prenda qualunque titolo. Amerà Genji in maniera fiera ed appassionata e sarà sempre la sua preferita, l'unica che condividerà tutti i suoi pensieri e con la quale il principe ha una intimità che potremmo paragonare a quella di un marito e di una moglie dei giorni nostri.

Ma proseguiamo con la trama. Ad un certo punto, l'imperatore padre di Genji muore, ed il nuovo reggente, Suzaku figlio di Kokiden, è un uomo dal polso debole, succube della madre e del Ministro della Destra. Kokiden preme per estromettere in qualsiasi modo Genji, figlio della sua rivale, e ci riesce quando Genji viene praticamente scoperto a letto con la sua grande passione di quel momento, Oborozuki la quale è una sorella di Kokiden ed è promessa all'imperatore Suzaku. Genji a quel punto viene esiliato e deve lasciare la sua casa, la corte e partire per andare su una lontana isola ad Akashi.

Qui comincia la storia di Genji in esilio, che afflitto dalla lontananza delle persone a lui care, in particolare Murasaki, passa il tempo dipingendo, digiunando e facendo penitenza. Ad un certo punto però conosce la figlia del governatore, che sebbene sia cresciuta lontana dalla corte, è una ragazza elegante, bellissima e acculturata, pari a nessun altra nel suonare la cetra. Genji, come sempre innamorato perso, comincia una relazione con lei dalla quale nascerà una bambina la principessa di Akashi (terzogenita quindi di Genji dopo il figlio Ryozen avuto da Fujitsubo la sua matrigna e fatto passare per figlio dell'imperatore, e Yugiri avuto dalla prima moglie Aoi).

Nel frattempo a corte Suzaku si ammala e abdica a favore di Ryozen, che essendo solo un bambino viene aiutato a governare. Genji viene richiamato a palazzo a dispetto di quello che ne pensa Kokiden, e la vita di corte rifiorisce. La principessa di Akashi, la bambina nata dalla relazione avuta in esilio, viene cresciuta da Murasaki.

Insomma, sono 1031 pagine e sono riuscita a raccontare pochissimo di quello che volevo, i personaggi importanti sono tantissimi, gli amori di Genji ancora di più, le storie sono tutte appassionanti anche quelle dei personaggi minori come quella di Asagao, una principessa amata da sempre da Genji che lo rifiuta, come la storia di Yugao amata sia da Genji che da To no Chujo e dalla quale nascerà una delle protagoniste della seconda metà del libro, Tamakatsura, bellissima ragazza corteggiata da tantissimi uomini, in un primo momento fatta passare da Genji come figlia sua (in realtà è figlia di To no Chujo) anche se la guarda in un modo ben diverso e la desidera appassionatamente.

Quando i personaggi che sono bambini nella prima parte del libro crescono, conosceremo anche le loro storie in maniera dettagliata. Ad esempio la storia di Yugiri, primogenito di Genji, figlio di Aoi, innamorato segretamente della matrigna Murasaki (ha preso la sua indole passionale dal padre ovviamente), e prima ancora della sua compagna di giochi Kumoi che è figlia di To no Chujo. Dopo un fidanzamento travagliato con Kumoi, la sposerà ma la perderà diventando l'amante di Ochiba (e spiegare chi è Ochiba mi richiederebbe la presentazione di altri 3 personaggi almeno).

Mi fermo qui, sperando di essere riuscita a raccontare in modo comprensibile e ragionevole anche se a grandi linee la trama delle vite più belle di corte, e di avere appassionato chi legge, anche solo un centesimo di quello che ha appassionato me questo romanzo.

Capisco che 1031 pagine scritte fitte fitte possano spaventare, ma vi assicuro che ne vale veramente la pena, e mai come in questo romanzo, ho respiranto il profumo e l'essenza della cultura giapponese.

Voti
Storia: 10
Traduzione: 8
OriginalitÓ: 10
VOTO GLOBALE: 9,5


Commento finale
Per quanto riguarda la traduzione, non vi è ancora quella dal giapponese, ma è stata tradotta la più famosa versione inglese. Il risultato a mio parere è buono, piacevole, scorrevole, verosimile anche se non ho termini di paragone. Lo consiglio sicuramente agli appassionati del genere nipponico ^____^
Sono rimasta assolutamente deliziata da quasi tutti i personaggi, persino le arpie hanno conquistato un posto nel mio cuore!

 
  ╗ Segnala questa recensione se non rispetta il regolamento del sito
 


VOTO: (0 voti, 0 commenti)
 
COMMENTI:
NON CI SONO ANCORA COMMENTI, SCRIVI IL PRIMO! ^__-
 
SCRIVI IL TUO COMMENTO:

Nome utente:
Password:
Ricorda accesso
Registrati - Password dimenticata?
Commento:
Il tuo voto: