torna al menù Fanfic
torna indietro

MANGA.IT FANFIC
Categoria: Manga e Anime
Dalla Serie: Fullmetal Alchemist
Titolo Fanfic: SOGNO O...REALTà?
Genere: Sentimentale, Romantico
Rating: Per Tutte le età
Avviso: Shounen Ai, What if? (E se...), One Shot
Autore: maxie-chan galleria  scrivi - profilo
Pubblicata: 18/04/2010 13:07:47

Il pairing lo scoprirete solo leggendo!!!^_____________^
 
Condividi su FacebookCondividi per Email
Salva nei Preferiti
   
CAPITOLO UNICO
- Capitolo 1° -

Salve ragazzi!Come state?Nel poco tempo che mi rimane tra una cosa da studiare e l'altra, pubblico questa piccola one-shot scritta circa un mese fa. L'anime è FullMetal Alchemist, che sia il manga e l'anime mi stanno prendendo tantissimo(anche se martedì ero in gita e mi sono persa due episodi TT___TT sig sob)su un pairing che personalmente adoro, cioè RoyEd.
Vi dico subito che "Una vacanza per innamorarmi di te"la sto continuado, e sto scrivendo il continuo di "Un amor lleno de amor".
Intanto godetevi questa one-shot e i commenti a dopo!
Buona lettura!!!

*I personaggi non esistono e non mi appartengono, ma appartengono alla sensei Arakawa*
(che se osa mettere Roy con Riza e Ed con Winry la UCCIDO!)

Sogno o...realtà?

Capitolo Unico

Edward si svegliò di soprassalto urlando, aveva sognato di nuovo Nina e Alexander.
Si mise una mano sul viso, ansimando.
Gli occhi erano pieni di lacrime, e la gamba gli doleva da morire.
Era notte fonda e fuori pioveva. Quel sogno oramai lo perseguitava da troppe notti oramai.
Alphonse dormiva nella camera accanto. Guardò la porta, era indeciso se varcarla o no.
Decise di lasciare in pace suo fratello e tornò a guardare fuori dalla finestra.
Era irritato anche perchè come al solito aveva avuto da dire col Colonnello Mustang.
Maledetto Mustang. Ogni occasione era buona per fare battutine sulla sua altezza.
Strinse forte il pugno del braccio buono digrignando i denti.
“Ehi acciaio, qualche problema?”
Sentendo una voce, Edward si voltò di scatto.
Eccolo li, Roy Mustang, il colonnello a cui Edward avrebbe voluto volentieri spaccare la faccia.
“Che diavolo vuole Colonnello?” domandò Edward stizzito “Non le basta prendermi in giro davanti ai suoi colleghi?”
“Oh scusami tanto se ti ho sentito gridare” disse Roy “Pensavo che ti stessero squartando”
“Non sono affari suoi” disse Edward.
Roy s'appoggiò allo stipite della porta e lo guardò con aria beffarda.
“La smette di ridere?” domandò Edward, accendendo la lampada sul comodino “e cortesemente se vuole and....” ma le parole gli morirono in gola.
Davanti a lui stava il colonnello Mustang....mezzo nudo.
Portava solo i pantaloni del pigiama, e in mano teneva un bicchiere d'acqua.
Lo sguardo di Acciaio vagò su tutto il corpo del Colonnello, sentendo le guance andare a fuoco. Non avrebbe dovuto pensare a cose del genere, dopotutto era un suo superiore...Però....
“Ehi Edward, il gatto t'ha morso la lingua?” domandò Roy ghignando.
“mi spiega perchè va in giro cosi?” domandò Edward
“Perchè ho caldo” rispose Roy scrollando le spalle “e poi a te cosa importa?”
Edward rimase zitto in silenzio e voltò lo sguardo.
Roy entrò nella stanza e chiuse la porta, s'avvicinò al letto e si sedette.
Sentendo un peso, Edward si voltò e se lo ritrovò davanti.
Il battito del cuore accellerò e andò in iperventilazione.
“Ti metto cosi in soggezione?” domandò, con un sorrisetto che non prometteva niente di buono
Nel dire questo s'era avvicinato pericolosamente a Edward, che era tutto rosso.
“Dimmi una cosa” disse Roy soffiandogli sulle labbra “Cosa ne pensi di me?”
“è un presuntuoso, arrogante, antipatico, borioso Colonnello di merda” disse Edward
Roy rise e s'avvicinò ancora. Si guardarono un attimo, occhi negli occhi, Edward era rosso.
Il biondo sussultò gemendo appena, il colonnello s'era messo a baciargli il collo.
“Nient'altro?” sussurrò, le labbra contro la sua pelle.
“N-no...Colonnello che sta facendo??” ansimò Edward
Roy si sollevò e s'avvicinò piano piano ad Edward, finchè le loro labbra non si incontrarono.
Presero a baciarsi, non fermandosi, e il biondo si ritrovò steso sotto al Colonnello che lo baciava ardentemente.

“Fratellone.....Fratellone..”
Il biondo si svegliò trovandosi davanti non il bel viso del Colonnello, ma suo fratello.
“Ah buongiorno Al” sbadigliò Edward
“Buongiorno fratellone” lo salutò Al “guarda che bel sole che c'è fuori”
Edward si voltò verso la finestra e vide una giornata meravigliosa.
“Allora” mormorò “era stato tutto un sogno”
“Sogno?Che sogno?” domandò Al
“Niente niente” rispose Edward “Che dobbiamo fare oggi?”
“Oggi niente” rispose Al “Possiamo andare a trovare Winry”
“E' ancora Central City?” domandò Edward “Pensavo fosse tornata a Resembool”
“No ha preferito rimanere vicino alla piccola Elicia e a sua madre” disse Al
Edward si alzò e iniziò a vestirsi, faceva abbastanza caldo quel giorno.
“Fratellone, mi dici che sogno hai fatto?” domandò Al, mentre si incamminavano lungo al corridoio grigio del quartier generale.
“Eh?ma non era niente di particolare” mentì Edward arrossendo
Se solo ripensava a quel sogno sentiva le guance andare a fuoco, era tutto cosi reale e bellissimo.
“Buongiorno Acciaio, Alphonse”
Roy li salutò passandogli di fianco, seguito come sempre dal tenente Hawkeye.
“B-buongiorno Colonnello, Tenente” li salutò Edward
“Acciaio tutto bene?Sei rosso” domandò Roy fermandosi
“Va tutto bene” mentì Edward “pensi ai fatti suoi”
“Come siamo acidi di prima mattina” lo sfottè Roy “non hai dormito stanotte?”
“No ho dormito benissimo” rispose Edward, sorvolando sul sogno fatto.
“oggi potete anche prendervela comoda” rispose Roy
Cosi dicendo Roy si allontanò seguito dal tenente. Ed rimase un attimo a guardarlo.
“Colonnello” disse Riza una volta nello studio “é strano, le è successo qualcosa?”
“Eh?Ma no che dici” rispose Roy
“Sarà ma ogni volta che vede Edward, diventa strano” disse Riza
“Strano come?” domandò Roy
“Non saprei dire come, mi verrebbe quasi da pensare che lui le piaccia” rispose Riza
Roy ci pensò un attimo e scoppiò a ridere. “ma come possono venirti in mente certe idee”
“Mi scusi, era solo un'ipotesi” disse Riza tornando a controllare dei documenti
Il Colonnello continuava a ridere, ma in cuor suo sapeva che Riza aveva ragione.
Aveva fatto lo stesso sogno di Acciaio, aveva sognato di fare l'amore con lui.
Eppure anche se era un sogno sembrava tutto cosi reale. La sua pelle, le sue labbra...
“Colonnello?tutto bene?” domandò Riza “è tutto rosso”
“Si ho solo caldo” mentì Roy.
Si alzò e andò ad aprire la finestra, per nascondere il rossore sul viso.
Non poteva andare avanti cosi, era da quando lo aveva conosciuto che provava una forte attrazzione per lui. Quel nanerottolo di 15 anni, cosi irrascibile...ma tanto dolce.
Era vero, avevano degli anni di differenza ma lo sapete, l'amore non ha età.
Sarebbe dovuto essere attratto dalle belle donne e invece...Amava un ragazzino di 15 anni.
Ma era un ragazzino di 15 anni molto speciale. Lo amava.
Non si vedeva tutti i giorni un ragazzino che a soli 12 anni diventava un alchimista di stato.
Sorrise dolcemente pensando alle loro discussioni, ogni volta mettevano su dei “teatrini” troppo divertenti, che ovviamente facevano ridere i loro colleghi.
Hughes era l'unico a sapere che Roy era innamorato di Edward, ma adesso lui non c'era più.
Parlarne con gli altri non era neanche da pensarci, avrebbero fatto solo delle battutine inopportune. Sospirò.
“Sembra che i cattivi oggi abbiano deciso di starsene buoni” disse Edward, camminando pigramente per le strade di Central City.
Faceva un caldo bestiale, sembrava quasi di cuocere.
Si fermarono ad una panchina per fortuna sotto un bell'albero, e li poterono riprendere fiato.
“Al, posso chiederti una cosa?” domandò Edward
“Certo, dimmi” rispose Al
“è anormale innamorarti di qualcuno del tuo stesso sesso?” domandò Edward.
“Perchè mi fai questa domanda?”
“Tu rispondi e basta”
“Bhe no, sempre amore è, che sia un uomo o una donna”
Edward sospirò. Sempre amore è.
“Fratellone, c'è qualcosa che mi nascondi?” domandò Al
“No Al tranquillo” sorrise Acciaio.
Faceva davvero molto caldo quel giorno, e molte persone avevano pensato bene di starsene in casa, invece di uscire in quel forno che era Central City.
“Ma..e le ricerche sulla pietra filosofale?” domandò Al
“Riprenderemo le ricerche quando farà meno caldo” disse Edward, sventolandosi una mano davanti al viso.
Oltretutto ripensare a quel sogno gli faceva venire ancora più caldo.
Ovunque vedeva giovani coppie camminare a braccetto, tutte coppie formate da un uomo e una donna. Sospirò.
Amava il Colonnello Mustang?
In effetti era rimasto affascinato da lui fin dalla prima volta che si erano visti.
Era davvero un bell'uomo, affascinante, elegante....Ma veramente un gran stronzo!!
Alcune volte però sapeva anche essere “normale”...
“Non devo farmi illusioni” pensò “lui va dietro alle belle donne, mica ai mocciosi come me”
“Fratellone, vado a trovare Winry” disse Al “vieni con me?”
“No preferisco rimanere qui” sorrise Edward “Salutamela”
“Come vuoi” rispose Al.
Edward lo guardò allontanarsi, e sospirò ancora.
S'alzò e si tolse la mantella per avere un po' meno caldo, continuando a camminare osservando le vetrine.
Una volta Mustang lo invitò a prendere un the con lui.
Ovviamente aveva rifiutato.
Che piacere ci provava a prendere il the con un altro uomo?!
Tornò al quartier generale, e mentre camminava a testa bassa, si andò a scontrare con...
“Ehi Acciaio fai più attenzione”
La voce del Colonnello Mustang lo destò dai suoi pensieri
“Ah salve Colonnello” disse Acciaio, senza enfasi.
Proprio la persona che dopo quel sogno della notte precedente non avrebbe voluto vedere.
“Ti vedo accaldato” continuò il colonnello “Che ne dici di bere qualcosa?”
Edward sbarrò gli occhi. “Proprio come quella volta..” pensò.
La volta scorsa aveva rifiutato, ma adesso avrebbe accettato, molto volentieri.
Anche se il Colonnello era antipatico e strafottente, era comunque una persona di cui gradiva, stranamente, la sua compagnia.
Per cui andarono nello studio del Colonnello e si fecero portare qualcosa da bere.
Il ghiaccio tintinnava nei bicchieri mentre i due, seduti uno sul divano e l'altro alla poltrona alla scrivania, se ne stavano in silenzio.
Edward rigirava la cannuccia nel bicchiere, mentre l'uomo guardava fuori dalla finestra.
“Piuttosto silenzioso oggi Acciaio” disse Mustang, voltandosi “di solito sei acido e irascibile”
“Oggi no” disse Edward “C'è troppo caldo”
“O è la mia presenza a renderti cosi nervoso?” domandò Mustang
“Ma non dica sciocchezze Colonnello” protestò Edward
Roy rise di cuore. “Sei cosi carino quando ti arrabbi”
“C-cosa?!” esclamò Edward arrossendo “Colonnello ma si sente bene?”
“Mai stato meglio acciaio” disse Roy, bevendo tranquillamente la sua aranciata.
Edward abbassò il viso tutto rosso, e non solo per via del caldo.
Mustang si alzò e gli andò di fianco.
“Hai fatto un brutto sogno ieri notte?”
“Come fa a saperlo?” domandò Edward spalancando gli occhioni color miele “comunque si”
“Che hai sognato?” domandò ancora Mustang
“Nina e Alexander” disse Edward “mi fa male il fatto che non sono riuscito a salvarli”
“Non potevi salvarli” disse Mustang “la bambina e il cane era impossibile farli tornare normali una volta trasmutati”
“Lo so benissimo” rispose Edward, abbassando il viso
Piccole lacrime cristalline caddero sulla stoffa bianca del guanto destro, che stringeva il bicchiere. Mustang sospirò.
Ancora con quella storia.
“Ieri notte ho fatto un sogno stranissimo” disse Mustang “Noi due che ci baciavamo”
“Anche lei?” esclamò il biondo “Abbiamo fatto lo stesso sogno”
“Ah ma davvero?” domandò Mustang avvicianandosi di più
“Che vuole fare?” domandò Edward vedendoselo a pochi centimetri di distanza dal viso
“Edward” mormorò “tu mi piaci da sempre. Fin dalla prima volta che ci siamo incontrati a Resembool, a casa della signora Pinako, tu eri un bambino, ma mi sei piaciuto subito”
A quelle parole Edward arrossì come un peperone.
“Dice davvero Colonnello?” domandò
“Si, io su queste cose non mento mai” disse Roy “Avrò avuto anche tante donne, ma con loro non ho provato quello che provo con te adesso. Mi hai conquistato con questo tuo carattere particolare”
Il biondo non sapeva cosa dire. Si limitò ad abbassare la testa.
“Colonnello” disse “Lo sa che ci sono troppi anni di differenza tra di noi?”
“Lo so” rispose Mustang “ma a me non interessa. Ti amo comunque Edward”
Roy si avvicinò a lui e dolcemente posò le labbra su quelle dell'alchimista d'acciaio, in un bacio dolcissimo anche molto più del sogno dell'altra notte.
“Edward...” mormorò Roy “Non darmi più del lei, intensi?”
“Come vuole che la chiami?” ansimò Edward
“Roy” mormorò leccandogli le labbra “solamente Roy..”
“Va bene...Roy...” mormorò Edward, prima di essere trascinato in un altro bacio senza fine
Come gli faceva strano chiamarlo per nome e non Colonnello.
“Roy...” lo chiamò Edward
“Si Acciaio?” domandò Roy
“Ti amo” mormorò Edward arrossendo come un pomodoro
Roy sorrise dolcemente e gli sfiorò le labbra leggermente dischiuse.
“Anche io” rispose
Lo stese sul divano e gli andò sopra, e continuarono a baciarsi .
Dietro la porta, una figura misteriosa sorrise.

Commentino???XD
 
  » Segnala questa fanfic se non rispetta il regolamento del sito
 


VOTO: (2 voti, 6 commenti)
 
COMMENTI:
Trovati 6 commenti
fan3000 - Voto: 08/05/10 22:58
ke bella cm storia!!!
ti prego, vai avanti: sn coriosa di vedere cm va a finire!!!
è dolcissimaaaa!!!
D'accordo con il commento: 0, e Tu? / No   |   Segnala abuso Rispondi

maxie-chan 20/04/10 18:11
Ok vi svelo il mistero...la figura misteriosa era....RIZA!!!!!Eh si,il tenente Hawkeye aveva già capito tutto!
XDDDD
D'accordo con il commento: 0, e Tu? / No   |   Segnala abuso Rispondi

keiko96 19/04/10 20:52
Ma chi era la figura misteriosa??? O_O Lo voglio sapereeeee!!! xD Cmq bella fic ^^
D'accordo con il commento: 0, e Tu? / No   |   Segnala abuso Rispondi

achi 18/04/10 21:49
sorry xDxD mi sn sbagliata xD XD ^^ mi ha fatto piacere leggerla!!
D'accordo con il commento: 0, e Tu? / No   |   Segnala abuso Rispondi

maxie-chan 18/04/10 14:53
veramente è RoyxEd XDDDDD
cmq sn felice che ti sia piaciuta!!!
kiss kiss
D'accordo con il commento: 0, e Tu? / No   |   Segnala abuso Rispondi

achi - Voto: 18/04/10 14:29
more..ma..ma..ma..ma..ma..è MAGNIFICAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!! stupenda!! mi hai fatto innamorare della edxroy in un solo attimo*O* sei sata bravissima!! poi troppo dolce Ed*W* anke se è una one-shot è fantastica!! nn so ke dire...mi hai lasciato a bocca aperta!!** brava veramente brava!^^
baci tvukdbxsss
D'accordo con il commento: 0, e Tu? / No   |   Segnala abuso Rispondi

 
SCRIVI IL TUO COMMENTO:

Utente:
Password:
Registrati -Password dimenticata?
Solo su questo capitolo Generale sulla Fanfic
Commento:
Il tuo voto: